Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Pneumobase.it
OncoPneumologia

Farmaci anticolinergici nell’asma e nella BPCO


I farmaci anticolinergici hanno impieghi come broncodilatatori nel trattamento delle malattie ostruttive delle vie aeree, nell’asma e soprattutto nella broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ).

Gli anticolinergici approvati per l’uso clinico sono congeneri sintetici dell’ammonio quaternario dell’Atropina, e comprendono: Ipratropio ( Atem ), Oxitropio ( Oxivent ) e Tiotropio ( Spiriva ).

L’Ipratropio e l’Oxitropio presentano durata d’azione relativamente breve ( 4-8 ore ).
Questi due farmaci sono stati ampiamente impiegati per molti anni da soli o associati a farmaci beta-adrenergici a breve durata d’azione, come Albuterolo ( detto anche Salbutamolo ) e Fenoterolo, sia per le esacerbazioni acute dell’ostruzione delle viea aeree che nella terapia di mantenimento della malattia stabile.

Il Tiotropio ha invece una durata d’azione di almeno 1-2 giorni, e trova impiego nella terapia di mantenimento della BPCO. ( Xagena2006 )

Gross NJ et al, Eur J Pharmacol 2006; 533: 36-39


Pneumo2006 Farma2006


Indietro