PneumologiaOnline.net

Pneumologia

Asma e medicina personalizzata


L'asma è stata generalmente definita come una malattia cronica del polmone, con ostruzione variabile delle vie aeree, respiro sibilante / tosse, e un sottostante processo infiammatorio. Tuttavia, esiste una notevole eterogeneità nella popolazione di pazienti con sintomi asma-simili.

Clinicamente, l'asma viene classificata in eosinofila, neutrofila, atopica, non-atopica, ad esordio precoce, a insorgenza tardiva; indotta da Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) o indotta da sforzo nei casi in cui il trigger è noto.

La malattia è attualmente riconosciuta come una condizione complessa con gravità, storia naturale e risposta al trattamento, variabili.

Il trattamento dell'asma sulla base dei fenotipi che raggruppano le caratteristiche osservabili, senza alcuna relazione diretta con i meccanismi di malattia non è ottimale, in considerazione della variabilità nella risposta al trattamento.

L’endotipizzazione, che si riferisce alla definizione di sottopopolazioni di una malattia sulla base dei meccanismi molecolari e della risposta al trattamento, ha dimostrato un certo successo nella progettazione di un sistema di trattamento più efficace.

Lotvall et al ( J Allergy Clin Immunol 2011 ) hanno proposto di endotipizzare l’asma in sette classi: asma Aspirina-sensibile, asma complicata da micosi, asma allergica dell’adulto, sibili respiratori in età prescolare, asma grave a insorgenza tardiva, asma ipereosinofila, e asma da sforzo.

Più recentemente Wenzel S ( Clin Exp Allergy 2012 ) ha descritto cinque endotipi asmatici gravi: asma allergica a esordio precoce, asma eosinofila persistente, asma complicata da micosi, asma associata a obesità femminile, e asma neutrofila grave.

L’endotipizzazione dell’asma funge da trampolino di lancio verso la pratica della medicina personalizzata. Il principio della medicina personalizzata o individualizzata è quello di prescrivere il farmaco giusto al paziente giusto al giusto dosaggio, in modo che l'efficacia terapeutica sia massimizzata e gli effetti collaterali siano ridotti al minimo.
Con l'avanzare dell’era -omica ( genomica, trascrittomica e proteomica ) la personalizzazione degli schemi di trattamento in base ai dati biologici del singolo individuo è sempre più prossima.

Nel caso dell’asma, come revisionato da Weiss ST ( J Allergy Clin Immunol 2012 ), circa 11 geni presentano variazioni di sequenza associate alla risposta farmacologica.

Sebbene gli esatti meccanismi molecolari alla base della patogenesi dell'asma e della risposta al trattamento siano ben lungi dall'essere compresi, la terapia mirata su endotipi dell’asma potrebbe almeno consentire ai medici di indirizzare il trattamento sulla base della biologia dell’individuo.

Allo stato attuale un certo successo è stato raggiunto negli studi clinici quando i trattamenti sono stati disegnati sugli endotipi.

Ad esempio, l’anti-IgE ( Omalizumab [ Xolair ] ) è efficace nel migliorare gli esiti clinici, in particolare nel trattamento dell’asma allergica a insorgenza in età infantile, in cui le vie di segnalazione interleuchina-14 ( IL-14 ) e interleuchina-13 ( IL-13 ) sono probabilmente il meccanismo sottostante predominante.

La sperimentazione clinica di un anticorpo monoclonale anti-IL-13 ( Lebrikizumab ), per il trattamento dell’asma grave, ha mostrato un miglioramento della funzione polmonare, in particolare nei soggetti con alta attività di IL-13 indicata da alti livelli del biomarcatore periostina.

Il trattamento anti-IL-5 ( Mepolizumab [ Bosatria ] ) ha dimostrato di essere efficace nel prevenire le esacerbazioni sintomatiche nell’asma eosinofila grave persistente.

La nuova opzione di trattamento della termoplastica bronchiale per rimuovere la massa muscolare liscia bronchiale è stata approvata dalla Food and Drug Administration ( FDA ).
I dati clinici supportano l'uso della termoplastica bronchiale nel trattamento di soggetti con rimodellamento esteso delle vie aeree ( cioè, forma grave di asma refrattaria e persistente ).

Di conseguenza, anche se siamo ancora lontani dal praticare la medicina personalizzata, il trattamento dell'asma in base agli endotipi permetterebbe di ridurre la probabilità che venga prescritto il farmaco sbagliato al paziente sbagliato. ( Xagena2012 )

Poon AH, Hamid Q, Ann Thorac Med 2012; 7: 55-56


Pneumo2012



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati