Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Tumore polmone
OncoPneumologia
Ats

I pazienti con asma presentano un aumentato rischio di emicrania cronica


Coloro che soffrono di asma e di emicrania episodica, possono presentare un rischio doppio di sviluppare emicrania cronica, definita come 15 o più giorni di emicrania nell’arco di 1 mese.

Entrambe le malattie implicano cambiamenti simili nell’organismo. Nell’asma si riscontra un restringimento delle vie respiratorie e una conseguente limitazione del flusso d'aria; inoltre c’è una infiammazione a livello dei rivestimenti delle vie aeree. Alla base dell’emicrania c'è un’infiammazione associata a restringimento e a dilatazione dei vasi sanguigni.
Le due malattie potrebbero, pertanto, essere correlate.

I ricercatori hanno utilizzato i dati di un precedente studio in cui era stato completato un questionario sull’asma; i partecipanti avevano assegnato un punteggio sulla base della gravità dei sintomi di asma, e avevano fornito dati sulla frequenza e durata degli eventi cefalalgici.

Dei 4.446 partecipanti che avevano meno di 15 eventi emicranici al mese ( emicrania episodica ), 746 ( 16.8% ) pazienti soffrivano di asma contro 3.700 ( 83.2% ) che, invece, non presentavano alcuna forma asmatica.
Un anno dopo, 131 persone ( 2.9% ) hanno iniziato a presentare 15 o più emicranie al mese ( emicrania cronica ).

I partecipanti con asma avevano una probabilità doppia di sviluppare emicrania cronica rispetto a quelli senza asma.
Il rischio è apparso aumentare con l’incrementare del numero dei sintomi di asma; questo dato, tuttavia, era significativo solo per le persone con forma più grave d'asma. ( Xagena2015 )

Fonte: Headache, 2015

Neuro2015 Pneumo2015



Indietro