Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it

Alti livelli di VEGF circolante predicono una ridotta sopravvivenza globale nel cancro del polmone


Il fattore di crescita dell’endotelio vascolare ( VEGF ) è considerato avere un ruolo chiave nella angiogenesi, mentre il ruolo prognostico di VEGF circolante nel tumore del polmone rimane controverso.

E’ stata condotta una meta-analisi per valutare il ruolo prognostico di VEGF circolante.

Una meta-analisi ha preso in esame i dati di 19 studi per un totale di 2.890 pazienti.

L'hazard ratio ( HR ) aggregato di tutti i 17 studi che hanno valutato la sopravvivenza globale è risultato pari a 1.29 ( p inferiore a 0.001 ), indicando che alti livelli circolanti di VEGF predicono una ridotta sopravvivenza.
Quando raggruppati per stadi di malattia, gli HR aggregati erano 0.97 ( p inferiore a 0.001 ) per la fase operabile e di 1.34 ( p inferiore a 0.001 ) per la fase inoperabile.
Gli hazard ratio raggruppati erano 1.28 ( p inferiore a 0.001 ) per il siero e 1.31 ( p inferiore a 0.001 ) per il plasma, quando classificati per campione di sangue.

La meta-analisi di VEGF circolante correlato alla sopravvivenza libera da progressione è stata eseguita su 7 studi, e l’hazard ratio aggregato è stato pari a 1.03.

Dallo studio è emerso che l'elevato livello di VEGF circolante predice una ridotta sopravvivenza globale nel cancro del polmone, ma non predice una ridotta sopravvivenza libera da progressione. ( Xagena2013 )

Hu P et al, J Cancer Res Clin Oncol 2013; Epub ahead of print


Pneumo2013 Onco2013



Indietro