Pneumobase.it
XagenaNewsletter
Esmr
Tumore polmone

Apnea ostruttiva del sonno, breve durata del sonno e interazioni con sonnolenza e fattori di rischio cardiometabolico negli adulti: studio ELSA-Brasil


L’apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) e la breve durata del sonno ( SSD ) sono frequentemente associati a sintomi diurni e a sregolazione cardiometabolica.
Tuttavia, la stragrande maggioranza degli studi sull'apnea ostruttiva del sonno non ha valutato SSD e viceversa.

È stata presa in esame l'associazione di apnea ostruttiva del sonno, breve durata del sonno e le loro interazioni con sonnolenza e fattori di rischio cardiometabolico in un'ampia coorte di adulti.

Soggetti consecutivi dello studio ELSA-Brasil ( Brazilian Longitudinal Study of Adult Health ) hanno partecipato a valutazioni cliniche, questionari sul sonno, monitoraggio del sonno a casa e actigrafia.
L'apnea ostruttiva del sonno è stata definita come un indice apnea-ipopnea maggiore o uguale a 15 eventi per ora.
La breve durata del sonno è stata definita da una durata media del sonno inferiore a 6 ore.

Nell'analisi finale sono stati utilizzati i dati di 2.064 partecipanti ( 42.8% maschi; età media, 49 anni ).

La frequenza complessiva di apnea ostruttiva del sonno e di breve durata del sonno è stata rispettivamente del 32.9% e del 27.2%.
A seguito di un aggiustamento per molteplici fattori confondenti, l'eccessiva sonnolenza diurna è stata associata in modo indipendente con la breve durata del sonno ( odds ratio, OR, 1.448 ) ma non ad apnea ostruttiva del sonno ( OR, 1.107 ).
L'interazione tra breve durata del sonno e apnea ostruttiva del sonno non è risultata significativa.

Obesità prevalente ( OR, 3.894 ), ipertensione ( OR, 1.314 ) e dislipidemia ( OR, 1.251 ) sono state associate indipendentemente ad apnea ostruttiva del sonno ma non a breve durata del sonno .
Allo stesso modo, le interazioni tra apnea ostruttiva del sonno e breve durata del sonno non sono state significative.

Un'analisi aggiuntiva che ha utilizzato meno di 5 ore per la breve durata del sonno o una durata del sonno continua non ha modificato la mancanza di associazione con i fattori di rischio cardiometabolico.

La breve durata del sonno obiettiva ma non l'apnea ostruttiva del sonno è risultata associata in modo indipendente alla sonnolenza diurna.
Per contro, l'apnea ostruttiva del sonno, ma non la breve durata del sonno, è stata associata indipendentemente con obesità, ipertensione e dislipidemia. ( Xagena2019 )

Drager LF et al, Chest 2019; 155: 1190-1198

Pneumo2019 Neuro2019 Cardio2019 Endo2019



Indietro