Pneumobase.it
Tumore polmone
Esmr
OncoPneumologia

Enfisema grave: vantaggi dal trattamento con valvola endobronchiale Zephyr


I pazienti con distribuzione eterogenea dell'enfisema e ridotta o nessuna ventilazione collaterale possono trarre beneficio dal trattamento con Zephyr Endobronchial Valve ( EBV ) in base ai risultati dello studio LIBERATE.

Con l'eccezione del trapianto del polmone e della bullectomia, solo l'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare ( LVRS ) è un intervento efficace per l'enfisema.
Tuttavia, non tutti i pazienti possono beneficiare di queste procedure.

Zephyr EBV sono piccole valvole a becco d'anatra che vengono posizionate tramite broncoscopio per occludere un lobo enfisematoso.
Dopo l'inserimento di EBV, l'atelettasia lobare parziale o totale riduce l'iperinflazione e imita l'intervento di riduzione del volume polmonare più invasivo.

È stato condotto uno studio multicentrico controllato e sono stati assegnati a caso 190 pazienti a valvola Zephyr o allo standard di cura in 24 Centri ( 128 a valvola Zephyr e 62 a standard di cura ).

L'endpoint primario a 12 mesi era la differenza tra valvola Zephyr e standard di cura nel miglioramento del volume espiratorio forzato post-broncodilatore in 1 secondo ( FEV1 ) rispetto al basale maggiore o uguale al 15%.
Gli endpoint secondari includevano cambiamenti assoluti di FEV1 post-broncodilatatore, distanza percorsa a piedi in 6 minuti e punteggi alla scala SGRQ ( St. George's Respiratory Questionnaire ).

A 12 mesi il 47.7% dei pazienti che hanno ricevuto la valvola Zephyr rispetto al 16.8% di quelli nel gruppo standard di cura ha presentato un miglioramento rispetto al basale in FEV1 maggiore o uguale al 15% ( P minore di 0.001 ).
La differenza assoluta tra i gruppi è stata pari a 31.0 ( P minore di 0.001 ).
Tutti i risultati secondari hanno dimostrato un miglioramento statisticamente significativo per la valvola Zephyr rispetto a standard di cura.

Inoltre, vi è stata una differenza clinicamente significativa tra i gruppi per il cambiamento dal basale a 12 mesi nella distanza percorsa a piedi in 6 minuti di 39 metri, favorendo la valvola Zephyr e indicando un miglioramento funzionale.

Tuttavia, un numero significativamente maggiore di pazienti nel gruppo valvola Zephyr ( 35.2% ) ha manifestato eventi avversi respiratori gravi durante i 45 giorni successivi alla procedura rispetto al gruppo standard di cura ( 4.8% ).
Questa differenza era principalmente il risultato di una maggiore frequenza di pneumotorace nel gruppo valvola Zephyr; l'83% di questi eventi è stato gestito con il posizionamento di un tubo toracico.
Nel lungo periodo, il tasso di eventi avversi è stato simile nei due gruppi.

Lo studio LIBERATE ha dimostrato miglioramenti rispetto ai controlli allo stesso grado raggiunto con l'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare, ma la valvola Zephyr ha comportato meno morbilità rispetto al'intervento LVRS e il tasso di mortalità a 90 giorni dopo valvola Zephyr è stato inferiore rispetto all'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare ( 3.1% vs 5.0% per queste procedure, rispettivamente ). ( Xagena2018 )

Fonte: American Journal Respiratory and Critical Care Medicine, 2018

Pneumo2018 Chiru2018



Indietro