Pneumobase.it
Tumore polmone
OncoPneumologia
Esmr

Radioterapia toracica per tumore al polmone a piccole cellule in stadio esteso


La maggior parte dei pazienti con carcinoma polmonare a piccole cellule in stadio esteso ( ES-SCLC ) che si sottopongono a chemioterapia e irradiazione cranica profilattica, vanno incontro a malattia intratoracica persistente.

È stata valutata la radioterapia toracica per il trattamento di questo gruppo di pazienti.

È stato effettuato uno studio di fase 3 randomizzato e controllato in 42 ospedali: 16 in Olanda, 22 nel Regno Unito, 3 in Norvegia e 1 in Belgio.
Sono stati arruolati pazienti con punteggio di performance 0-2 secondo WHO ( organizzazione Mondiale della Sanità ) e cancro al polmone a piccole cellule in stadio esteso confermato che hanno risposto alla chemioterapia.

Questi soggetti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere radioterapia toracica ( 30 Gy in 10 frazioni ) o nessuna radioterapia toracica.
Tutti sono stati sottoposti a irradiazione cranica profilattica.

L'endpoint primario era la sopravvivenza globale a 1 anno nella popolazione intention-to-treat.
Gli endpoint secondari comprendevano la sopravvivenza libera da progressione.

Tra il 2009 e il 2012 sono stati randomizzati 498 pazienti. 3 hanno ritirato il consenso informato, lasciando 247 pazienti nel gruppo di radioterapia toracica e 248 nel gruppo di controllo.

L’intervallo medio tra la diagnosi e la randomizzazione è stato di 17 settimane.
Il follow-up è stato di 24 mesi.

La sopravvivenza globale a 1 anno non è risultata significativamente differente tra i due gruppi: 33% per il gruppo di radioterapia toracica rispetto a 28% per il gruppo di controllo ( hazard ratio, HR=0.84; P=0.066 ).
Tuttavia, in una analisi secondaria, la sopravvivenza globale a 2 anni è stata del 13% rispetto al 3% ( P=0.004 ).

La progressione era meno probabile nel gruppo di radioterapia toracica rispetto al gruppo di controllo ( HR=0.73, P=0.001 ).

A 6 mesi, la sopravvivenza libera da progressione è stata del 24% rispetto al 7% ( P=0.001 ).

Non sono stati registrati gravi effetti tossici. I più comuni effetti tossici di grado 3 o superiore sono stati affaticamento ( 11 vs 9 ) e dispnea ( 3 vs 4 ).

La radioterapia toracica in aggiunta alla irradiazione cranica profilattica dovrebbe essere considerata per tutti i pazienti con tumore polmonare a piccole cellule in stadio esteso che rispondono alla chemioterapia. ( Xagena2015 )

Slotman BJ et al, Lancet 2015;385:36-42

Pneumo2015 Onco2015



Indietro