Pneumobase.it
Esmr
OncoPneumologia
Tumore polmone

Scarsa efficacia del Montelukast, un antagonista del recettore dei leucotrieni, nel trattamento dell’asma


I Ricercatori dello Scripps Clinic e Scripps Research Institute a la Jolla ( California ) hanno valutato l’efficacia del Montelukast , un antagonista del recettore dei leucotrieni, nel trattamento dell’asma persistente. Dall’aprile 1998 , il Montelukast era stato prescritto a 110 pazienti con asma persistente, ma controllata.con i corticosteroidi.
Il 56% dei pazienti ha assunto il Montelukast per un’intero anno.
Tuttavia, i pazienti che avevano assunto Montelukast rispetto a coloro che avevano interrotto la terapia con questo antagonista del recettore del leucotrieni, non hanno presentato benefici nell’uso dei corticosteroidi per via inalatoria o per via sistemica o nell’uso dei beta-2 agonisti per via inalatoria.
Secondo gli Autori il Montelukast presenta un’utilità marginale nel trattamento dei pazienti con asma persistente, ma controllata ( Mathison DA & Koziol JA , Chest 2002; 121: 334-337 ).
Alle stesse conclusioni era giunto , precedentemente, Robinson DS et al ( Lancet 2001; 357: 2007-2011 ).
Lo studio aveva valutato la capacità del Montelukast di migliorare i sintomi e / o la funzione polmonare nei pazienti con asma cronica sintomatica, che già assumevano i corticosteroidi.
Ad un totale di 100 pazienti asmatici e sintomatici , nonostante il trattamento con corticosteroidi per via inalatoria , è stato somministrato il Montelukast (10 mg) per 14 giorni.
L'impiego aggiuntivo del Montelukast non ha prodotto alcun vantaggio in questi pazienti.

Nei pazienti asmatici si ha secrezione dei mediatori dell’infiammazione, che contribuiscono alla broncocostrizione e causano edema.
I principali mediatori dell’infiammazione sono: istamina , prodotti del metabolismo dell’acido arachidonico ( leucotrieni , trombossano ).
I farmaci antileucotrienici, Montelukast ( Singulair ) e Zafirlukast ( Accoleit ), si legano al recettore cellulare per i cistenil leucotrieni. I principali effetti indesiderati di questi farmaci sono: cefalea, disturbi gastroenteric i, eruzioni cutanee, debolezza, insonnia, tosse. In alcuni pazienti trattati con Montelukast e Zafirlukast è stata riportata l’insorgenza della sindrome di Churg-Strauss con insufficienza cardiaca e vasculite con alti livelli di eosinofili. Tuttavia in un recente studio ( Jamaleddine G et al, Semin Arthritis Rheum 2002; 31: 218-227) non è risultata alcuna evidenza di una associazione diretta tra antagonisti dei recettori dei leucotrieni e questa sindrome. Nella maggioranza dei pazienti in cui è comparsa la sindrome di Churg-Strauss il dosaggio dei corticosteroidi era stato ridotto a causa del miglioramento dei sintomi asmatici. ( Xagena2002 )



Indietro