GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it
Tumore polmone

Teofillina a basse dosi aumenta gli effetti antinfiammatori degli steroidi durante le esacerbazioni di BPCO


La malattia polmonare cronica ostruttiva ( BPCO ) è caratterizzata da una risposta infiammatoria anomala principalmente al fumo di sigaretta, che si accentua durante le esacerbazioni della malattia.
Una ridotta attività degli enzimi istone deacetilasi ( HDAC ) contribuisce a una maggiore infiammazione nella broncopneumopatia cronica ostruttiva stabile.
E' stato ipotizzato che l'attività di HDAC sia ulteriormente ridotta in corso di esacerbazioni di BPCO e che la Teofillina, un attivatore di HDAC, possa potenziare l'effetto anti-infiammatorio degli steroidi in questi pazienti.

E’ stato effettuato uno studio randomizzato controllato in singolo cieco per indagare l'attività degli enzimi HDAC durante esacerbazione di BPCO e l’azione della Teofillina sugli effetti antinfiammatori degli steroidi.

Un totale di 35 pazienti ospedalizzati con esacerbazioni di malattia polmonare ostruttiva cronica, trattati secondo le linee guida internazionali ( tra cui steroidi sistemici ) sono stati assegnati a ricevere o non-ricevere basse dosi di Teofillina per via orale ( 100 mg 2 volte al giorno ).

Prima del trattamento e 3 mesi dopo la dimissione, è stata misurata l’attività dell’enzima HDAC e del fattore nucleare-kB ( NF-kB ) nei macrofagi dell’espettorato, la concentrazione di ossido di azoto nell'aria espirata ( eNO ) e lo stato antiossidante totale ( TAS ), il fattore di necrosi tumorale alfa ( TNF-alfa ), e i livelli di interleuchina 6 e 8 ( IL6, IL8 ) nel surnatante dell’espettorato.

I risultati hanno evidenziato che i pazienti che hanno ricevuto la terapia standard hanno mostrato una ridotta attività di NF-kB e una diminuzione della concentrazione di eNO e dei livelli di TNF-alfa, IL6 e IL8 nell’espettorato, così come un aumento dello stato antiossidante totale durante il periodo di recupero dall’esacerbazione di BPCO, ma l'attività degli enzimi HDAC non è cambiata.
L’aggiunta di Teofillina a basse dosi ha aumentato l’attività degli enzimi HDAC e ha ulteriormente ridotto le concentrazioni di IL8 e TNF-alfa.

In conclusione, durante le esacerbazioni di broncopneuomopatia cronica ostruttiva, la Teofillina a basse dosi aumenta l’attività degli enzimi HDAC e potenzia gli effetti antinfiammatori degli steroidi. ( Xagena2009 )

Cosio BG et al, Thorax 2009; 64: 424-429


Farma2009 Pneumo2009


Indietro